Trascorrere un weekend all’Isola del Giglio può essere un’idea davvero ottima per visitare una località molto suggestiva e passare dei piacevoli e rilassanti pomeriggi su una spiaggia incantevole, in un’area non particolarmente caotica neppure in stagione piena.

Come è noto, l’Isola del Giglio è divenuta famosa per il recente, tragico episodio del naufragio della nave Costa Concordia; vedere il relitto di questa grande nave da crociera può essere un’esperienza da raccontare; si tratta di una scelta del tutto personale, ma organizzare un viaggio all’Isola del Giglio esclusivamente con questo obiettivo è decisamente limitativo.

L’Isola del Giglio è un piccolo comune della regione Toscana, appartenente alla provincia di Grosseto, il quale supera di poco i 1.000 abitanti.

Per quanto le dimensioni di questo territorio siano tutt’altro che ampie, le bellezze che racchiude l’Isola del Giglio sono davvero tantissime, dunque si tratta di una meta assolutamente indicatissima per tutte le persone che amano stare a contatto con la natura ed esplorare delle zone incantevoli di verde.

Nell’Isola del Giglio le spiagge e le scogliere si alternano in maniera incantevole, ed alcune spiagge balneabili, come ad esempio l’Arenella e la spiaggia delle Cannelle, sono davvero dei piccoli paradisi terrestri, dei luoghi che sembrano essere nati appositamente per offrire relax e distensione.

Arrivare all’Isola del Giglio è molto semplice: è sufficiente raggiungere il porto di Grosseto ed imbarcarsi con uno dei numerosi traghetti che quotidianamente effettuano il collegamento tra la piccola isola e la terra ferma; vista la vicinanza tra l’Isola del Giglio e Grosseto, si può bene intuire come il viaggio sia davvero molto breve, oltre che piacevole, e conduce direttamente alla località di Giglio Porto, ovvero una delle zone più suggestive dell’isola.

Essendo abitata fin da epoche molto antiche, inoltre, l’Isola del Giglio racchiude numerose bellezze di carattere storico, come ad esempio le fortificazioni quali le Mura di Giglio Castello e la Rocca Aldobrandesca, senza dimenticare numerose chiese dallo stile architettonico molto curato e le numerose torri che dominano l’orizzonte.

Sebbene la superficie dell’isola sia occupata prevalentemente da verde e da scogliere, per pernottare sull’isola è possibile scegliere tra numerose strutture ricettive di qualità, adatte ad ogni tipo di target: dagli hotel lussuosi che offrono una vasta gamma di servizi ai Bed & Breakfast ed alle case vacanza più semplici ed economiche.

Con l’occasione, ovviamente, si potranno gustare i piatti tipici locali, molto gustosi ed apprezzati. Tra questi, ad esempio, vi è il panficato, dolce realizzato con fichi ed uva essiccati che richiede una preparazione piuttosto laboriosa.







Scrivi un commento




Registrati Gratis alla community di TravelsMania. Potrai raccontare un viaggio, scrivere articoli, commentare, inviare domande e ricevere risposte. Ogni azione viene premiata con dei punti. Partecipa, accumula punti e ottieni sconti per i tuoi viaggi!

Se sei già registrato effettua il Login , altrimenti Registrati Gratis!