voli-low-cost

Oggi si parla sempre più spesso di voli low cost e cresce ogni anno di più il numero di viaggiatori che sceglie di volare con compagnie aeree, cosddette, low cost, per raggiungere  le mete desiderate, senza doversi più preoccupare del costo del biglietto.

I voli low cost si sono diffusi a partire dalla fine degli anni 70, negli Stati Uniti, per poi approdare in Europa e nel resto del mondo ed una delle prime compagnie aeree low cost, la Ryanair, negli anni 90 ha consentito a migliaia di viaggiatori di raggiungere le principali città europee, proponendo tariffe economiche.

Oggi, oltre ad essa, ne esistono tantissime ed ognuna in grado di offrire prezzi molto bassi, qualsiasi sia la destinazione, anche quella più lontana, pensiamo, ad esempio ad EasyJet, AirOne, Windjet, che operano partenze da numerosi aeroporti, non solo italiani, consentendo ai passeggeri di viaggiare in economia.

Il sistema attualmente più diffuso per trovare il volo migliore è quello di usufruire dei servizi offerti dai tanti motori di ricerca presenti sul web, come Justvoli.com, che consentono anche di comparare le varie tariffe e scegliere, quindi, quella più conveniente.

Ma volare low cost vuol dire anche avere spirito di adattamento, perchè le compagnie aeree che offrono l’opportunità di risparmiare, non garantiscono gli stessi comfort di quelle tradizionali (o di linea).

Prima di tutto, le compagnie low cost non hanno una classificazione dei posti a sedere in prima e seconda classe ed il peso del bagaglio a mano è limitato, per cui chi ha necessità di portare più cose a bordo, dovrà optare per quello standard, a pagamento.

Scegliendo un volo low cost, in un certo senso si è obbligati a prenotarlo con largo anticipo (2 o 3 mesi prima), perchè questo è il modo per accaparrarsi il prezzo migliore; acquistando il biglietto aereo all’ultimo minuto, implica il rischio di pagarlo in più.

Anche per quanto riguarda gli scali effettuati dalle compagnie aeree, vi è da sottolineare che, per una questione economica, esse scelgono di sovente gli aeroporti secondari, molto spesso assai distanti dalla nostra destinazione finale.

Infine, volare low cost vuol dire anche rinunciare a bevande e cibo a bordo, compresi nel prezzo, anche questo per una questione di ottimizzazione dei costi, da parte delle compagnie che praticano voli a basso costo.

Chiarito ciò, è innegabile che i voli economici consentono un risparmio notevole sul prezzo del biglietto e questo oggi spinge sempre più viaggiatori a preferirli a quelli di linea, pur rinunciando ad alcune comodità.

    Melbourne-australia
    Volare low cost in Australia

    L'Australia è per noi italiani (e non solo) un paradiso naturale dall'altra parte del mondo. Nonostante le distanze chilometriche, in questi ultimi...


    Volare low cost: pregi e difetti
    San Valentino in alta quota con RyanAir

    RyanAir non ha bisogno di presentazioni. E' la compagnia low cost più conosciuta fra i frequentatori del Web. E i suoi costi sono veramente low,...


    ryanair
    Compagnie low cost: a Roma è guerra aperta

    Le tanto adorate compagnie low cost, quelle che ci permettono di volare verso le principali destinazioni europee (e anche verso aeroporti poco noti...








Scrivi un commento




Registrati Gratis alla community di TravelsMania. Potrai raccontare un viaggio, scrivere articoli, commentare, inviare domande e ricevere risposte. Ogni azione viene premiata con dei punti. Partecipa, accumula punti e ottieni sconti per i tuoi viaggi!

Se sei già registrato effettua il Login , altrimenti Registrati Gratis!