Sono sempre di più le persone, soprattutto giovani, che decidono di andare a vivire e lavorare all’estero. Tra le destinazioni più ambite c’è di sicuro la Spagna.

In Spagna ci sono posti di lavoro per gli stranieri, tutto dipende da ciò che si può e si è in grado di fare. E’ necessario avere una buona padronanza della lingua spagnola. C’è da considerare che laa maggior parte dei titoli di studio conseguiti in altri paesi europei sono riconosciuti in Spagna.

Bisogna dire che non è né facile né impossibile cercare e trovare un lavoro in Spagna. Anche se la disoccupazione ha raggiunto negli ultimi anni livelli alti, ci sono comunque molte opportunità di lavoro, soprattutto a Madrid. In effetti, Madrid è il miglior posto in Spagna per trovare un lavoro in questo momento. Come trovare lavoro in Spagna?

Conoscere lo spagnolo. Prima di iniziare, dovete sapere che trovare un lavoro in Spagna velocemente, senza parlare una parola di spagnolo, ridurrà di molto le possibilità di trovare un posto di lavoro. Anche se hai intenzione di fare l’insegnante di lingua inglese o fare il cameriere in un pub irlandese, avrai comunque bisogno di parlare almeno un po’ di spagnolo per essere in grado di eseguire il tuo lavoro. La mia opinione è che già dopo solo 3-6 mesi di permanenza in Spagna, si può raggiungere una capacità di comunicazione sufficiente per andare ad un colloquio di lavoro.

Differenziati, pensa al tuo “vantaggio competitivo“. Non pensare che non parlare uno spagnolo fluentemente o non essere un locale possa come un problema, ma piuttosto, sarebbe importante presentarsi come un madrelingua inglesein modo da avere fattore chiave di differenziazione.

Questo metodo non deve essere applicato solo alle tue competenze linguistiche, ma anche per altre abilità si può aver acquisito e che sono scarse in Spagna. Questo significa che i vostri obiettivi per ottenere un posto di lavoro dovrebbe essere aziende alla ricerca di persone con queste competenze differenziate. Il lavoro tipico con il quale molti stranieri iniziano è insegnamento della inglese.

In sintesi, gli obiettivi tipici per gli stranieri sono le aziende che hanno una presenza a livello internazionale e/o che trattano molto con gli stranieri e/o che richiedono competenze linguistiche e/o che richiedono competenze che sono scarse in Spagna. Ad esempio ci sono imprenditori titolari di piccole imprese a Madrid che hanno un sacco di difficoltà a trovare personale di servizio di qualità con competenze linguistiche.

Pensare come un reclutatore spagnolo. Potrebbe sembrare ovvio, e potrebbe sembrare in contrasto con il consiglio “differenziazione” ho appena dato, ma è necessario rendere il vostro curriculum idoneo per una impresa locale. Diciamo che avere 3 anni di esperienza nella consulenza di direzione, ma nessuna idea di spagnolo. Sfrutta la tua esperienza e crea un portafoglio in modo da differenziarti direttamente con gli altri candidati spagnoli.

È necessario sviluppare la propria rete di contatti in Spagna. I contatti sono una componente chiave della ricerca di lavoro in tutto il mondo, ma è ancora più importante in Spagna rispetto a paesi anglosassoni come il Regno Unito o negli Stati Uniti. Fortunatamente, il mercato del lavoro è abbastanza grande da non dipendere in gran parte sui contatti, come ad esempio si verifica in altri luoghi in Spagna o in Sud America.

Naturalmente, un contatto non sarà certo un lavoro, ma vi permetterà di riprendere a salire sul cima rispetto a migliaia di curriculum. Ancora una volta, anche in questo caso è possibile sfruttare il tuo profilo di “straniero”: andare a eventi di networking per gli uomini d’affari stranieri e locali, e sfruttare la vostra differenza per farti ricordare come il “ragazzo straniero che parla spagnolo e ha competenze differenziate”.

E’ importante rassicurare il reclutatore sul fatto che non sei un turista, ma qualcuno che vuole vivere e lavorare in Spagna. Nella maggioranza dei casi i reclutatori non crederanno che sei venuto in Spagna per viverci se non se non hai almeno un motivo personale (tipo avere una fidanzata/o). Suona un po’ terribile, ma è necessario rassicurare il reclutatore che non sei in Spagna solo per goderti il sole e poi tornare al tuo paese d’origine.

Conserva la soluzione dell’insegnamento delle lingue come un piano B. A meno che non ci si vuole dedicare completamente all’insegnamento della lingua inglese, ma avere una carriera con grandi opportunità a Madrid, sarebbe oppurtuno mantenere l’insegnamento delle lingue come un piano di riserva o come un secondo lavoro per pagare le bollette.

Vivevi almeno 6 mesi in Spagna prima di raggiungere i tuoi obiettivi. La mia opinione è che avete bisogno di dare voi stessi un periodo di almeno 6 mesi per trovare un lavoro in Spagna. Questo vi darà il tempo di:
- diventare fluente nel parlare lo spagnolo;
- creare la vostra rete di contatti in Spagna;
- identificare con precisione i vostri obiettivi;
- fare alcune colloqui di pratica con alcuni amici spagnoli, poi tendere a completare con alcune interviste reali con le aziende.
Dopo 6 mesi, sarà il momento di guardare indietro e valutare se sei diventati fluenti nel parlare la lingua, quanti colloqui hai, e decidere se vale la penadi rimanere e provarci seriamente. Questa è una scelta personale.

Ci sono molti siti web per la ricerca di un lavoro in Spagna. Un esempio per tutti può essere il sito web: www.infojobs.net. Oppure effettuare una ricerca su Google per “offerte di lavoro in spagna” in modo da trovare molti siti web con proposte e offerte di lavoro.







Scrivi un commento




Registrati Gratis alla community di TravelsMania. Potrai raccontare un viaggio, scrivere articoli, commentare, inviare domande e ricevere risposte. Ogni azione viene premiata con dei punti. Partecipa, accumula punti e ottieni sconti per i tuoi viaggi!

Se sei già registrato effettua il Login , altrimenti Registrati Gratis!