Meta del giorno oggi, restando dentro i confini nazionali, è una città di cui si parla molto in cronaca, vedi il G8 e i fatti del 60 e che recentemente si è aggiudicata, a sorpresa, il titolo di comune più verde d’Italia e stiamo parlando proprio di Genova, conosciuti ai tempi delle Repubbliche Marinare come “La Superba”.

Non sorprenda invece che la vocazione turistica genovese sia tutta legata al mare e ad alta concentrazione nei pressi del Porto Antico, dove si possono visitare a ammirare il famoso Acquario, il museo di Galata, l’ascensore panoramico il Bigo (disegnato da Renzo Rossi) per poi scarpinare della città vecchia, quella dei carrugi (i sentieri del mare) cantati poeticamente da Fabrizio De Andrè ( e proprio in Via del Campo c’è il negozio museo dedicato a Faber).

Ma non solo, basti pensare al circuito dei Rolli, l’insieme dei più prestigiosi  palazzi del centro storico, lungo le antiche Strade Nuove, dichiarate Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, per piombare poi nel salotto buono genovese di Piazza De Ferrari, cercando un po’ di refrigerio.

Ma Genova sa anche prendere per la gola, tipici prodotti sono il pesto e la Focaccia (assolutamente da provare) ma a sorpresa ci aggiunge la paninoteca, giù al Porto Antico, il Gran Ristoro dove ci andava a mangiare anche il premio Nobel per la letteratura Eugenio Montale e il ghiotto caffè degli orefici dove un semplice caffè può davvero diventare un pranzo per golosi e peccatori di gola.







Scrivi un commento




Registrati Gratis alla community di TravelsMania. Potrai raccontare un viaggio, scrivere articoli, commentare, inviare domande e ricevere risposte. Ogni azione viene premiata con dei punti. Partecipa, accumula punti e ottieni sconti per i tuoi viaggi!

Se sei già registrato effettua il Login , altrimenti Registrati Gratis!