A meno di 10 chilometri da Terni, una delle tappe per un viaggio alla scoperta della magica Umbria è quello alle cascate delle Marmore.

Tra nuvole di goccioline, il fiume Velino fa un salto di 165 metri dalla rupe di Marmore fino al sottostante alveo del fiume Nera.

Non si tratta di certo delle famose cascate del Niagara, neanche di quelle spettacolari dell’Iguacu, oppure quelle del Salto Angel in Venezuela. Il salto delle Cascate delle Marmore ha sicuramente una valenza più storica che paesaggistica.

Infatti, le Cascate delle Marmore si devono ad un salto artificiale, fatto realizzare dal console romano Manio Curio Dentato, intorno al 271 avanti Cristo. Oggi la cascata alimenta una centrale idroelettrica e non è sempre visibile.

Per non fare un viaggio a vuoto, è bene consultare quindi gli orari di apertura dell’area ai visitatori e soprattutto controllare gli orari in cui viene rilasciata l’acqua. Sul sito delle Cascate delle Marmore www.marmorefalls.it, si trovano tutte le informazioni turistiche per ammirare lo spettacolo del fiume Velino che “salta” nel fiume Nera.

Il Fiume Nera è anche una meta per gli appassionati di rafting, di canoa e di kayak.

Fonte foto: www.marmorefalls.it







Scrivi un commento




Registrati Gratis alla community di TravelsMania. Potrai raccontare un viaggio, scrivere articoli, commentare, inviare domande e ricevere risposte. Ogni azione viene premiata con dei punti. Partecipa, accumula punti e ottieni sconti per i tuoi viaggi!

Se sei già registrato effettua il Login , altrimenti Registrati Gratis!