Che cosa vi viene in mente se pensate a San Francisco? Quando sto per atterrare a San Francisco io mi scopro a cercare con gli occhi quello che probabilmente è il monumento più noto di questa città sulla costa orientale degli Stati Uniti… il Golden Gate Bridge.

Se la giornata è limpida basta un colpo d’occhio per individuare il ponte che dall’alto appare di uno sgargiante color arancione.

Un occhio allenato sa poi riconoscere altri ponti, come ad esempio il Bay Bridge che collega San Francisco a Oakland. In realtà, la baia di San Francisco è costellata di ponti, ponti che sono stati realizzati per lo più negli anni Trenta del Novecento sia per agevolare i collegamenti fra i centri della Baia di San Francisco, sia come vere e proprie sfide tecnologiche.

Perchè sfide tecnologiche? Perchè la geologia del fondo della Baia è tutta particolare, data la sismicità di tutta la California. Non mancano poi venti fortissimi che spirano sia da Nord che dall’Oceano Pacifico e che minano la stabilità di costruzioni così alte e sospese fra due punti.  E poi, la corrosione dei metalli in zone ad elevata salinità. Ecco il motivo del colore così arancione del Golden Gate Bridge: il colore è stato scento per proteggere l’acciaio con cui il ponte è costruito. Nonostante appaia come un colore strano, l’arancione del Golden Gate Bridge si armonizza perfettamente con il blu della Baia, l’azzurro del cielo e il verde delle colline retrostanti San Francisco.







Scrivi un commento




Registrati Gratis alla community di TravelsMania. Potrai raccontare un viaggio, scrivere articoli, commentare, inviare domande e ricevere risposte. Ogni azione viene premiata con dei punti. Partecipa, accumula punti e ottieni sconti per i tuoi viaggi!

Se sei già registrato effettua il Login , altrimenti Registrati Gratis!