La Valnerina è conosciuta nel mondo e tra i turisti, per gli splendidi scenari naturali e i paesi che conservano le tradizioni millenarie.

Pensiamo a Cascia o Norcia, le città principali; oppure ai piccoli paesi poco conosciuti come Sant’Anacolia di Narco e Vallo di Nera. Proprio per questo successo turistico troviamo periodiche offerte di hotel in Valnerina, per il pernottamento. Vediamo, invece, le specialità gastronomiche che possiamo acquistare nelle norcinerie o in occasione delle mostre mercato.

La perla assoluta è il tartufo nero pregiato. Questo prezioso tubero è una specificità del territorio di Norcia, e si cava durante il periodo invernale. È facilmente riconoscibile dal colore nero esterno e l’aroma forte quando viene consumato a tavola. Inutile dire che molti buongustai vengono in Valnerina appositamente per ricercare il tartufo.

Ma la valle solcata dal fiume Nera non esaurisce con i tartufi la gamma di prodotti gastronomici. Il comprensorio ha una lunga tradizione per la lavorazione delle carni suine. Si ottengono salumi di qualità riconosciuta in tutto il mondo.

Con alcune specificità che fanno sorridere per i nomi particolari, come i “coglioni di mulo”. Il riferimento ai genitali è per via della forma: sono dei salumi di carne suina e all’interno c’è una striscia di lardo aromatizzato che gli conferisce un sapore differente. Altra perla è il prosciutto di Norcia che ha avuto il riconoscimento IGP, cioè Indicazione Geografica Protetta.

Gli spazi montani e i prati della Valnerina sono stati da sempre il territorio prediletto per la pastorizia. Questa pratica persiste anche agli albori del terzo millennio, dando vita alla produzione di formaggi. Nella zona di Norcia, ma anche nel territorio di Cerreto di Spoleto e nelle località limitrofe, il latte di pecora origina il celebre pecorino e gli altri prodotti caseari. Il massimo del gusto si ottiene associando il pecorino con il miele locale, altra primizia della vallata.

Parliamo anche dello zafferano, che ha trovato nel territorio di Cascia l’habitat naturale, tanto che da dieci anni si svolge una mostra mercato dedicata interamente a questo fiore.

Infine, anche se la zona di produzione è nella vicina Castelluccio, nei negozi della Valnerina troverete la pregiata lenticchia, coltivata a un’altitudine che sfiora i 1500 metri.







Scrivi un commento




Registrati Gratis alla community di TravelsMania. Potrai raccontare un viaggio, scrivere articoli, commentare, inviare domande e ricevere risposte. Ogni azione viene premiata con dei punti. Partecipa, accumula punti e ottieni sconti per i tuoi viaggi!

Se sei già registrato effettua il Login , altrimenti Registrati Gratis!