Sciacquare i panni in Arno e far godere il proprio palato all’insegna di un viaggio nelle dolci terre toscane, paradiso dell’enogastronomia.

Dai luoghi di Leonardo da Vinci per arrivare a degustare il Chianti, di motivi per partire se ne trovano a iosa.

La Toscana è regione di sapori e di tradizioni culinarie, regione super indicata per organizzare un weekend enogastronomico: spalle, finocchione, salami lardellati, pecorini freschi da accompagnare con i mieli spontanei, ma  i vini rossi di e gli oli extravergine la fanno sicuramente da padrone.

Ogni città della Toscana ha la sua specialità culinarie, basti pensare alla tradizione macellaia di Firenze e all’inno culturale che la città ha stretto intorno alla sua bistecca dal taglio spesso, la Fiorentina.

Un weekend enogastronomico in Toscana non può che prescindere appunto da Firenze ma per dirla alla buona, dove si va si va si cade bene.  Si può degustare la zuppa povera dei pescatori nella popolare città di Livorno, dove il Caciucco è il re assoluto o potete andare anche a Siena, nella città del Palio, per degustare i suoi dolci.

Il territorio dell’antico Granducato dice infatti la sua non solo nell’arte, nell’architettura e nella bellezza della sua campagna tanto amata dagli inglesi ma anche in cucina.

Dalla stazione di Santa Maria Novella a Firenze si può benissimo prendere un regionale verso le altre città toscane già segnalate ma potete anche andare nella terra che diede origine al genio italico per eccellenza, Leonardo da Vinci e scoprire come si mangia e si beve bene da quelle parti.

L’olio non solo comanda in cucina ma dipinge anche la geografia della regione con u suoi colori. Tutte le colline introno a Vinci sono a macchie d’uliveto e tutta la produzione di extravergine è coperta dalla IGP Toscana ed è in corso la procedura per il riconoscimento della DOP Montalbano.

Ma anche vini rossi come dicevano fanno parte della regione di Vinci: Sangiovese, Cannaiolo Ciliegiolo, Cabernet (Franc e Savignon) e  Gamay ma anche il biano Trebbiano e tenete presenti che solamente in questa piccola area esistono ben 4 denominazioni d’origine come: Chianti DOCG, Chianti Montalbano, Bianco dell’Empolese, Colli dell’Etruria Centrale.

A fine pasto, accompagnati al tipico Vin Santo, non possono mancare i Cantuccini o il gustoso il Berlingozzo.

Ma vi basta davvero un solo weekend per assaporare tutta la Toscana? :-)







Scrivi un commento




Registrati Gratis alla community di TravelsMania. Potrai raccontare un viaggio, scrivere articoli, commentare, inviare domande e ricevere risposte. Ogni azione viene premiata con dei punti. Partecipa, accumula punti e ottieni sconti per i tuoi viaggi!

Se sei già registrato effettua il Login , altrimenti Registrati Gratis!