L’Oasi del Simeto è una riserva naturale presenta a Catania, considerata come un sito d’importanza comunitaria, nonchè zona di protezione speciale dove fanno tappa ogni inverno duecento specie di uccelli. Per chi vuole visitarla durante una vacanza nella metropoli etnea, si puo’ fare una ricerca tra i tanti voli Roma-Catania presenti su Skyscanner e i voli Milano-Catania.

In questi ultimi giorni sta prendendo sempre più piede l’ipotesi che in quest’area verranno realizzate imponenti costruzioni e strutture turistiche tra cui due mega alberghi, due campi da golf da 18 buche, una beauty farm, un porto turistico da 1200 posti barca, un ippodromo e persino un centro cinofilo.

Questo porterebbe all’abbandono da parte di centinaia di specie animali non solo dalla Sicilia, ma anche dall’Europa. Il piano era stato realizzato dall’ex sindaco Scapagnini, indagato tutt’ora per abuso d’ufficio aggravato e capace in due amministrazioni, d’indebitare all’inverosimile il comune di Catania grazie a spese folli e un numero incredibile di consulenze esterne pagate a peso d’oro per volgarizzare e rovinare la città.

15 associazioni ambientaliste si stanno fortemente opponendo allo scempio previsto in questa zona, a oggi piena di abitazioni abusive e opere di urbanizzazione primaria mal eseguite. L’area peraltro è da anni soggetta ad allagamenti e che dunque già di per se rende difficile l’attuazione di un progetto che ha tutta l’aria di essere una speculazione edilizia.

Attualmente l’Oasi del Simeto presenta infiniti canneti dove ogni inverno cicogne, beccacce di mare e cannaiole usano le aree umide in vista dei loro viaggi verso il nord d’Europa. Qui esistono diversi divieti che vengono regolarmente infranti, visto che nonostante il gran numero d’impiegati del comune (una delle cause dell’attuale deficit della città), non se ne trova uno per vigilare sulla zona, applicandone divieti di balneazione e di passaggio di barche e motoscafi. Gli stessi cartelli sono mal tenuti e per lo più illeggibili.

L’architetto Rosario Leonardi ha recentemente dichiarato che tra pochi giorni verrà convocata una conferenza dei servizi, nella quale si stabiliranno modi e tempi di esecuzione dell’opera. Tuttavia ambientalisti e società civile non mollano, viste anche le tante battaglie che si sono da sempre tenute per salvaguardare questo piccolo paradiso.







Scrivi un commento




Registrati Gratis alla community di TravelsMania. Potrai raccontare un viaggio, scrivere articoli, commentare, inviare domande e ricevere risposte. Ogni azione viene premiata con dei punti. Partecipa, accumula punti e ottieni sconti per i tuoi viaggi!

Se sei già registrato effettua il Login , altrimenti Registrati Gratis!