Negli ultimi decenni la città di Liverpool ha incrementato notevolmente il flusso turistico, grazie alla valorizzazione delle architetture presenti.

Non sono soltanto i Beatles ad attirare i visitatori, magari alla ricerca dei luoghi citati nelle canzoni. I monumenti di Liverpool appartengono a diversi periodi storici e meritano di essere raggiunti.

Una guida per visitare Liverpool parte sicuramente dalla zona portuale. Il porto della città inglese è stato il fulcro della vita economica per parecchi secoli, considerando la posizione strategica nel contesto delle rotte marittime e commerciali.

Le Tre Grazie, come sono state definite, sono tre monumenti entrati a far parte del patrimonio dell’umanità Unesco. Il primo è il Royal Liver Building, il cui periodo di costruzione risale ai primi anni del Novecento. La proprietà era della Royal Liver Assurance, e per molti anni questa costruzione fu la più alta di Liverpool. Poco distante c’è il Cunard Building, edificio di grandi dimensioni costruito dalla Cunard Line. Pur avendo solo un secolo di storia, il Cunard Building è stato realizzato seguendo delle linee architettoniche simili ai palazzi rinascimentali di Firenze. Completa la triade di costruzioni sul porto di Liverpool il Port of Liverpool Building, dalle imponenti dimensioni e uno stile che a quel tempo doveva sottolineare la grandezza dell’impero britannico nel mondo.

Oltre alle Tre Grazie, Liverpool vanta altre costruzioni da vedere. Nella Chinatown, ad esempio, l’Arco Cinese è la porta d’ingresso alla comunità cinese in città. Fu costruito negli anni, aggiungendo di volta in volta materiale proveniente direttamente dalla Cina.

Altri monumenti storici di Liverpool li troviamo nel centro storico della città. Come la Philharmonic Hall. Si tratta del luogo deputato alle rappresentazioni orchestrali della città e risale agli anni Trenta dello scorso secolo. La vita culturale di Liverpool passa soprattutto qui, con oltre 250 eventi artistici durante l’anno.

Chiudiamo la serie di costruzioni monumentali, ritornando nuovamente sul porto di Liverpool, per parlarvi dell’Albert Dock. Sono gli ex magazzini portuali, ora adibiti a ospitare vari musei cittadini. Un eccellente esempio di come si può rivalutare una costruzione in disuso.







Scrivi un commento




Registrati Gratis alla community di TravelsMania. Potrai raccontare un viaggio, scrivere articoli, commentare, inviare domande e ricevere risposte. Ogni azione viene premiata con dei punti. Partecipa, accumula punti e ottieni sconti per i tuoi viaggi!

Se sei già registrato effettua il Login , altrimenti Registrati Gratis!