Una vacanza di tre giorni a Roma, sulle tracce del passato. Lì dove Pirandello disse che restava solamente un immenso portacenere pieno della grandezza di un tempo andiamo alla scoperta della Città Eterna cantata da Trilussa prima e da Venditti poi. Roma dunque raggiungile in ogni modo perché “tutte le strade portano a Roma!”.

Ecco alcune informazioni e un itinerario per visitare la splendida Roma in tre giorni di vacanza.

Roma può essere raggiunta in auto, treno e aereo. Due sono gli aeroporti, Fiumicino e Ciampino mentre per il treno c’è la centralissima stazione Termini (zona ricca di alberghi a basso costo anche se un po’ caotica a dire il vero) o per alcune tratte bisogna considerare la fermata a Roma Ostiense (collegata al centro città tramite metropolitana).  Per comodità abbiamo concepito l’itinerario basandoci sulle vicinanze delle attrazioni turistiche, di cui Roma è piena!

Il primo giorno comincia da Piazza del Popolo e Piazza di Spagna, con la Fontana della Barcaccia e a Chiesa di Trinità dei Monti con la famosa scalinata di 135 gradini per poi passare a lanciare la classica monetina a Fontana di Trevi e scivolare nella calca verso Piazza Colonna e Montecitorio prima d far tappa al Pantheon (“tempio di tutti gli dei”).

Qui vicino c’è la rinomata Gelateria Giolitti dove potrete gustare uno dei gelati più buoni di Roma. E visto che dopo tanto girare è arrivato l’imbrunire, il consiglio è quello di unirvi alla movida romana di  Piazza Navona e di Campo de Fiori.
 Se la notte non è piccola per voi, molto suggestivo è lo spettacolo notturno offerto da  Piazza San Pietro e da  Castel S.Angelo.

Il secondo giorno potrebbe avere come tema portante le adunate oceaniche, infatti vi consigliamo di visitare Piazza del Popolo, luogo di molti eventi contemporanei e Piazza Venezia e Vittoriano, quest’ultimi legati alla recente storia dell’Italia fascista.

Tralasciata la politica passata e attuale ci rechiamo a uno dei famosi sette colli storici di Roma, il Monte Capitolino, dove sorge il  Campidoglio per poi passare a visitare il Foro Romano e il simbolo per eccellenza di Roma, l’Anfiteatro Flavio, meglio noto come Colosseo. Un’altra cosa da fare è recarsi nella chiesa di Santa Maria in Cosmedin dove c’è un antico oracolo noto al mondo come Bocca della verità.

Terzo è ultimo giorno che passiamo a visitare Roma: Colle del Quirinale e Palazzo, residenza ufficiale del Presidente della Repubblica, la Cripta dei Cappuccini, le Terme di Caracalla e il famoso quartiere di Trastevere dove fermarci a mangiare nei suoi locali  come “La parolaccia” per via degli insulti ma anche Il Rugantino, Gigetto e la Fraschetta.







Scrivi un commento




Registrati Gratis alla community di TravelsMania. Potrai raccontare un viaggio, scrivere articoli, commentare, inviare domande e ricevere risposte. Ogni azione viene premiata con dei punti. Partecipa, accumula punti e ottieni sconti per i tuoi viaggi!

Se sei già registrato effettua il Login , altrimenti Registrati Gratis!