23

set

Amando moltissimo la Sicilia, ho organizzato una vacanza del tipo che preferisco: una settimana di puro divertimento ed una più culturale, comunque itinerante e non stanziale. Ecco uscita la vacanza che ho preferito nella mia vita!

La prima settimana si è svolta presso il villaggio Città del Mare, località Terrasini. Si trova poco ad ovest di Palermo, proprio all’inizio del Golfo di Castellammare, dalla parte opposta di San Vito lo Capo. Il villaggio è immenso, mai nome fu più appropriato.

Ha 5 piscine, tra cui una olimpionica da 50 m (vi si allenano squadre di nuoto agonistico straniere ed italiane), due per i più piccoli, ma bellissime anche per gli adulti, altre 2 ai famosi toboggan (scivoli). Al di là delle piscine (il numero elevato fa capire quanto sia grande la struttura), è l’ambiente a rendere tutto magico: si vive veramente in una città a parte, lontano dal caos quotidiano, e si stacca totalmente la spina.

Poi c’è l’area degli scivoli che è qualcosa di sensazionale: 4 livelli di scivoli, ognuno che termina in una piscina sottostante, fino all’ultimo che finisce direttamente in mare. Bellissimo! Il tutto sorge su una scogliera (terrazzata per goderne il panorama stando comodi) a dirupo  sul mare, profondo circa 15 metri. Acqua cristallina, adatta per lo snorkeling o le immersioni subacquee, fondale ricchissimo di vegetazione e pesci (sembra di nuotare in un acquario).

Per ciò che riguarda i servizi, ci sono 5 ristoranti, dove si può accedere liberamente sia a pranzo che a cena. C’è quello al buffet, quello col servizio al tavolo, il grill, che offre carne e pesce alla griglia di continuo, la pizzeria “esclusiva” e la pizzeria nella zona degli scivoli. Qualità eccelsa!

L’animazione è soft, non invasiva, divertente per chi vuole. Non è particolarmente spinta, per chi invece cerca un villaggio solo per l’animazione. C’è sia un miniclub, con animatori/trici che intrattengono i bimbi diverse ore al giorno (fino alla baby dance serale) sia uno young club, per gli adolescenti che vogliono vivere in comitiva quest’esperienza. Molto utili e validi!

Infine campi sportivi completano la struttura (calcetto, tennis, bocce, minigolf, tiro con l’arco, basket, pallavolo).

Per quanto riguarda la spiaggia, si trova a 5 km dal villaggio, ma c’è un servizio navetta continuo da e per la spiaggia. Ombrelloni, lettini, canoe, surf, kite surf e quant’altro sono lì ad accogliere i clienti, ma soprattutto un’acqua trasparente bellissima!

Insomma, in due parole, c’è veramente tutto a Città del Mare.

La mia seconda settimana, invece, ha avuto come base l’hotel Cavallino Bianco, sul lungomare di Trapani, fronte Egadi. Da lì con la macchina mi sono spostato per visitare le meraviglie della Sicilia occidentale: un giorno per vedere Segesta (la tappa migliore, forse perché inaspettata), Selinunte e Agrigento (è stata la tappa più lunga, ma ne è valsa la pena).

Uno per visitare la spiaggia bianchissima ed il paese meraviglioso di S.Vito lo Capo, nonché le calette imperdibili della riserva dello Zingaro; un giorno è stato dedicato ad una prima escursione in bicicletta di Favignana (isole Egadi), con bagni ripetuti a Cala Rossa (sembra una piscina) e Cala Cavallo (fondale magnifico, da andarci con la maschera).

Un altro giorno è servito per una visitina a Marsala (con escursione guidata alle storiche Cantine Florio, inclusa degustazione di Marsala…quello vero!), ed escursione alla stupenda isoletta fenicia di Mozia (affascinante e particolare).

Una giornata per una calma passeggiata ad Erice, che ti teletrasporta in un mondo a parte, sembra medievale…un’altra epoca. Se siete fortunati troverete la nebbia in piena estate ad Erice (è a 700m di altitudine). Un giorno è stato utilizzato per una visita guidata alle saline vicino Trapani: che esperienza! Inclusa l’osservazione di uccelli rari con il canocchiale della guida.

Ma le vasche delle saline e i mulini! Che bellezza! Infine, altra capatina a Favignana, stavolta con un’escursione in barca, di quelle che ti fanno fare il giro dell’isola: ad ogni caletta un bagno, una serie di spettacoli uno dietro l’altro. Strepitoso!

Poi, sigh, il triste ritorno a Roma. Un consiglio: organizzate vacanze a doppia tipologia, soprattutto se avete dei figli ai quali la sola gita culturale darebbe il prurito!







Scrivi un commento




Registrati Gratis alla community di TravelsMania. Potrai raccontare un viaggio, scrivere articoli, commentare, inviare domande e ricevere risposte. Ogni azione viene premiata con dei punti. Partecipa, accumula punti e ottieni sconti per i tuoi viaggi!

Se sei già registrato effettua il Login , altrimenti Registrati Gratis!