Esistono diverse maniere per promuovere il turismo in un luogo. La storia e i monumenti sono molto importanti per il fascino e le atmosfere che sanno dare, senza tralasciare le località per il turismo di massa, traboccanti di locali, spiagge e discoteche.

Una forma di promozione decisamente invisibile ma terribilmente efficace è rappresentato dal cineturismo. Il cinema è capace di mostrare luoghi in grado di affascinare milioni di spettatori. In alcuni casi si è assistiti a vere e proprie partnership che hanno riguardato registi, major cinematografiche, uffici del turismo, compagnie aeree e ferrovie. Gli esempi sono molteplici.

Il Signore degli Anelli

La splendida trilogia di Peter Jackson basata sulle opere di Tolkien a distanza di anni dall’uscita dell’ultimo episodio, conta tantissimi estimatori anche tra chi non apprezza il genere fantasy. La cura nei dettagli e la bellezza dei paesaggi hanno fatto la fortuna della Nuova Zelanda (di cui peraltro il regista è originario), diventata così uno dei punti di riferimento per chi vuole ammirare spazi e luoghi ancora incontaminati e di grande impatto visivo.

Vicky Cristina Barcellona

Woody Allen non ha mai nascosto la sua ammirazione per Barcellona e d’altro canto ci sarà pure un motivo, visto che parliamo della città più bella del mondo. Il film peraltro è stato girato su specifico incarico di Barcellona Turism e di altri enti coinvolti nella promozione turistica della città. Il film negli USA ha incassato 24 milioni di dollari, ma sicuramente anche la richiesta di voli per Barcellona ne ha beneficiato in una certa misura.

Harry Potter

Girato tra Londra e Oxford, i film basati sul maghetto di sui libri della scrittrice JK Rowling hanno incrementato l’interesse degli appassionati, visto che negli ultimi anni ad esempion sono nati molti tour turistici che vanno a toccare i luoghi di ripresa delle scene principali dei vari episodi della saga.

Se poi volete visitare la scuola di Hogwarts, dovrete recarvi nel castello di Alnwick, che si trova nella contea britannica di Northumberland, ai confini con la Scozia.

Braveheart

Nonostante sia stato girato quasi del tutto in Irlanda, il turismo in Scozia ha beneficiato tantissimo del film diretto e interpretato da Mel Gibson.

Le splendide campagne scozzesi con la loro pioggia delicata hanno affascinato milioni di appassionati, nonostante i tantissimi errori storici resisi necessari per rendere più spettacolare (e cruento) il film. Ad esempio Lo Ius primae noctis non era in vigore in quegli anni e nessun sovrano inglese lo introdusse.

Anche quando entrò in vigore, non era come si pensa il diritto del signore di passare la notte con la consorte di un novello sposo, ma si trattava più semplicemente di una tassa che i contadini dovevano pagare al loro signore affinché acconsentisse al matrimonio.

Codice da Vinci

Questa produzione rappresenta il perfetto esempio di partnership tra attori, enti pubblici e privati interessati alla promozione turistica. Hanno infatti collaborato la compagnia di trasporto Eurostar, la catena alberghiera Novotel e gli enti di promozione turistica di Francia, Inghilterra e Scozia.

Eurostar ad esempio investì 10 milioni di euro per realizzare una campagna di comunicazione assieme alla Columbia Pictures per invogliare gli spettatori a seguire il percorso del protagonista durante il film, decorando peraltro alcuni treni ad alta velocità con gli stessi colori del film e con il volto della Monna Lisa.







Scrivi un commento




Registrati Gratis alla community di TravelsMania. Potrai raccontare un viaggio, scrivere articoli, commentare, inviare domande e ricevere risposte. Ogni azione viene premiata con dei punti. Partecipa, accumula punti e ottieni sconti per i tuoi viaggi!

Se sei già registrato effettua il Login , altrimenti Registrati Gratis!