Visitare Salisburgo, città d’arte dell’Austria (146.000 abitanti), che si è meritata l’appellativo di “Roma delle Alpi“.

Situata in una posizione unica sul fiume Salzach, presso il confine con la Baviera meridionale. Le cime dei monti a Sud della città contrastano con le dolci pianure del nord.

La città vanta d’importanti edifici storici come il Duomo. Leggendo la storia del Duomo di Salisburgo si ripercorrono alcuni degli avvenimenti importanti della città. La prima cattedrale venne costruita nel 767 per ordine del vescovo Virgin.

In quel periodo Salisburgo era una città romana chiamata Juvavum. Questo primo edificio venne distrutto durante l’incendio del 1167 applicato dai seguaci di Barbarossa. La nuova cattedrale fu voluta dall’arcivescovo Konrad III Von Wittelsbach, ma nel 1598 venne danneggiata e distrutta da un incendio.

Il Duomo venne ricostruito definitivamente nel 1614 e il 1628 dall’architetto italiano Santino Solari. Il suo progetto, sia interno che esterno, è in stile barocco italiano. A Salisburgo i monumenti in stile barocco italiano sono diversi: la Residenza dei Principi-Vescovi, la monumentale fontana della Residenzplatz, il palazzo Mirabell con il suo giardino. Altri monumenti sono invece in stile barocco austriaco come la Chiesa della Collegiata (Kollegienkirche).

La città di Salisburgo è senza dubbio la città della musica. Infatti,  ha dato i natali a Wolfgang Amadeus Mozart. Il cammino sulle tracce di Mozart, inizia nella Casa Natale di Mozart (Mozart Geburstshans), dove il compositore venne alla luce il 27 gennaio 1756.

La Casa Natale di Mozart ora è un museo e raccoglie un’esposizione di diversi oggetti del compositore, come gli strumenti musicali, ritratti, lettere, spartiti e il suo primo pianoforte. La famiglia Mozart, si trasferì  nella detta anche “Casa del maestro di ballo” nel 1773. Amadeus vi  abito ’ fino al 1780 poi si trasferì a Vienna dove mori ’ nel 1791.

Altra attrazione a Salisburgo è la Casa d’abitazione di Mozart, dove il compositore vi abitò dal 1773 al 1780. All’interno vi sono esposti oggetti che documentano la vita della famiglia Mozart e la storia della casa. La casa d’abitazione è detta anche Casa del maestro di ballo e l’appartamento ospitava spesso incontri con gli amici e musicisti.

Una curiosità è che Mozart è famoso nel mondo, non solo per la sua musica, ma anche per le Mozartkugeln, letteralmente chiamate “palle di Mozart”, le deliziose palle di marzapane e cioccolato che sono un ‘idea di un’antica e centrale pasticceria risalente al 1890. Le palle di Mozart ormai sono diventate famose nel mondo. Questi gustosi cioccolatini infatti, sono esportati in piu’ di 50 paesi del mondo e fin ’ora ne sono state vendute 1.500.000.000.

A Sud di Salisburgo, si puo’ visitare lo splendido Castello di Hellbrunn e i giochi d’acqua, considerato fino ad oggi uno degli edifici rinascimentali piu’ splendidi a nord delle Alpi, la residenza estiva di Hellbrum con i suoi famosi giochi d’acqua.

Fin dall’inizio infatti l’acqua è stato l’elemento determinante nella concezione architettonica del Castello. Le numerose sorgenti del monte di Hellbrunn, danno fascino brioso all’enorme castello con il suo immenso parco. Tra i musei da visitare a Salisburgo c’è il Museo d’Arte moderna e il Museo di Salisburgo.

Una curiosità è che Mozart è famoso nel mondo, non solo per la sua musica, ma anche per le Mozartkugeln, letteralmente chiamate “palle di Mozart”, le deliziose palle di marzapane e cioccolato che sono un ‘idea di un’antica e pasticceria del centro risalente al 1890. Le palle di Mozart ormai sono diventate famose nel mondo. Questi gustosi cioccolatini infatti, sono esportati in piu’ di 50 paesi del mondo e fin ’ora ne sono state vendute 1.500.000.000.

A Sud di Salisburgo, si puo’ visitare lo splendido Castello di Hellbrunn e i giochi d’acqua, considerato fino ad oggi uno degli edifici rinascimentali piu’ splendidi a nord delle Alpi, la residenza estiva di Hellbrum con i suoi famosi giochi d’acqua.

Fin dall’inizio infatti l’acqua è stato l’elemento determinante nella concezione architettonica del Castello. Le numerose sorgenti del monte di Hellbrunn, danno fascino brioso all’enorme castello con il suo immenso parco. Tra i musei da visitare a Salisburgo c’è il Museo d’Arte moderna e il Museo di Salisburgo.







Scrivi un commento




Registrati Gratis alla community di TravelsMania. Potrai raccontare un viaggio, scrivere articoli, commentare, inviare domande e ricevere risposte. Ogni azione viene premiata con dei punti. Partecipa, accumula punti e ottieni sconti per i tuoi viaggi!

Se sei già registrato effettua il Login , altrimenti Registrati Gratis!